MondoApe.com, il sito dedicato al restauro dell'Ape Piaggio d'epoca
Oggi è 26 giugno 2019, 17:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 18 maggio 2016, 21:35 
Non connesso
Apista apprendista
Apista apprendista

Iscritto il: 2 maggio 2016, 21:15
Messaggi: 30
Ape posseduto: AD1
ciao, volevo partecipare se posso alla conversazione e chiedere, visto che mi trovo nelle stesse condizioni di fgreco2 nel possedere 1 ad1 senza targa ne documenti e non credo che chi ce l'ha regalata negli anni 70 sia ancora in vita, volendo restaurarla e rimetterla in circolazione in modo regolare come posso fare per intestarmela con piena proprieta'??? premetto che non ho mai fatto una visura al pra ma credo al 99% sia radiata d'ufficio perche' comunque la targa è andata distrutta dal sole ma ancora dai pezzi rimasti facilmente decifrabile. grazie in anticipo ciao a tutti.


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 18 maggio 2016, 21:35 


Top
 Oggetto del messaggio: Re: problema di reimmatricolazione
MessaggioInviato: 19 maggio 2016, 13:01 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 19 marzo 2002, 0:00
Messaggi: 3140
Ape posseduto: AD1
Dal sito dell'ACI:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili ... ficio.html

Se la reiscrizione avviene a nome di un acquirente (in questo caso tu): dichiarazione unilaterale di vendita, in bollo, con firma autenticata del venditore ( il venditore non deve essere necessariamente l'ultimo intestatario al PRA. Se sei certo della lecita provenienza potrebbe vendertela figurativamente anche un amico o conoscente).
Il problema che si pone, è che la targa è deteriorata, andrebbe quindi sostituita con una nuova. Sposto nella sezione "Burocrazia".


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Reimmatricolazione
MessaggioInviato: 19 maggio 2016, 21:56 
Non connesso
Apista apprendista
Apista apprendista

Iscritto il: 2 maggio 2016, 21:15
Messaggi: 30
Ape posseduto: AD1
grazie molto, per la targa gia sapevo ma per il resto la vedo dura !!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Reimmatricolazione
MessaggioInviato: 19 maggio 2016, 22:19 
Non connesso
Apista esperto
Apista esperto

Iscritto il: 23 novembre 2013, 13:28
Messaggi: 199
Località: Stato Principato di Gaudenza
marco67 ha scritto:
grazie molto, per la targa gia sapevo ma per il resto la vedo dura !!!



Ciao,

reimmatricolare un veicolo storico che era radiato d'ufficio , è una prassi abbastanza diffusa.

Ovvio che l'ape dev'essere o un buon conservato, oppure restaurato, tutto originale come mamma Piaggio lo ha fatto.

Una volta iscritto FMI o ASI, poi si puo' procedere alla rimessa in strada, con un collaudo presso un CPA

Ricordati però, che viene azzerata la portata, e sul cassone non ci porti nulla


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: domanda ad1.
MessaggioInviato: 20 maggio 2016, 21:31 
Non connesso
Apista apprendista
Apista apprendista

Iscritto il: 2 maggio 2016, 21:15
Messaggi: 30
Ape posseduto: AD1
ciao , volevo chiederti e per poter conservare la portata quindi per avere un mezzo restaurato e nello stesso tempo anche adibito al trasporto privato forse non bisogna iscriverlo come mezzo d'epoca , senza magari usufruire dei vantaggi nel bollo , assicurazione ecc...?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: domanda ad1.
MessaggioInviato: 20 maggio 2016, 22:16 
Non connesso
Apista esperto
Apista esperto

Iscritto il: 23 novembre 2013, 13:28
Messaggi: 199
Località: Stato Principato di Gaudenza
marco67 ha scritto:
ciao , volevo chiederti e per poter conservare la portata quindi per avere un mezzo restaurato e nello stesso tempo anche adibito al trasporto privato forse non bisogna iscriverlo come mezzo d'epoca , senza magari usufruire dei vantaggi nel bollo , assicurazione ecc...?


Siccome è radiato d'ufficio, per rimetterlo in circolazione bisogna passare per forza dall'iscrizione come veicolo storico FMI o ASI,

e poi la documentazione con l'iscrizione FMI o ASI, la si allega alla domanda per la reimmatricolazione,

per cui ---- normalmente --- ti azzerano la portata.

Dico normalmente perchè la prassi sarebbe questa,

ma siccome siamo in Italia, ci sono delle motorizzazioni che su certe cose fanno diversamente.

Devi andare nella tua motorizzazione e chiedere, oppure andare in una agenzia ---brava--- e chiedere .


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Reimmatricolazione ad1
MessaggioInviato: 21 maggio 2016, 22:25 
Non connesso
Apista apprendista
Apista apprendista

Iscritto il: 2 maggio 2016, 21:15
Messaggi: 30
Ape posseduto: AD1
ciao , rimanendo in tema di reimmatricolazione, sapresti dirmi in via sommaria la spesa che si affronta per tutte le pratiche a lavoro finito ? grazie mille.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 22 maggio 2016, 12:12 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 19 marzo 2002, 0:00
Messaggi: 3140
Ape posseduto: AD1
Qui troverai un po' tutte le voci di spesa:
http://www.vespatime.com/it/blog/vespa- ... strada-n20


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: nuova domanda reimmatricolazione
MessaggioInviato: 22 maggio 2016, 21:31 
Non connesso
Apista apprendista
Apista apprendista

Iscritto il: 2 maggio 2016, 21:15
Messaggi: 30
Ape posseduto: AD1
ciao ho visto il dettaglio che mi hai inviato, ma non ho trovato l'opzione che faccia per il mio caso, non vorrei essermi espresso male, cerco di essere più chiaro: sono soltanto il possessore del mezzo, non sono ne' l'intestatario e non possiedo alcun documento, inoltre la targa si è deteriorata e fatta a pezzi si potrebbe individuare con un pò di occhio lungo ed esperto ma non credo sia ricomponibile per mancanza di qualche pezzetto, l'unica cosa certa è "di lecita provenienza" in quanto ci era stata regalata per eventuali pezzi di ricambio per l'altra ape di nostra proprietà che purtroppo avendo tutti i documenti in regola venne venduta per inutilizzo negli anni ottanta se non ricordo male (avevo circa 15 anni o poco più ). grazie comunque per la celerita' nel rispondere e vorrei un consiglio su cosa fare in questa situazione, cioè se fosse il caso e se ci fosse comunque la possibilità di intraprendere un cammino di restauro. di nuovo grazie e a presto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 23 maggio 2016, 13:29 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 19 marzo 2002, 0:00
Messaggi: 3140
Ape posseduto: AD1
A me sembra che il tuo caso sia riconducibile più o meno al caso 2.3 dell'articolo. Il mezzo è reiscrivibile o comunque reimmatricolabile con nuova targa. Io mi affiderei ad una agenzia preparata che ti sappia dare i giusti approfondimenti ;)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 23 maggio 2016, 22:17 
Non connesso
Apista apprendista
Apista apprendista

Iscritto il: 2 maggio 2016, 21:15
Messaggi: 30
Ape posseduto: AD1
ciao, ho esaminato il punto 2.3 c'è qualcosa che a me non torna, perdona la mia durezza nel comprendere alcuni passaggi , forse saranno anche più semplici di come sembrano a me! ma tanto per capire come fà il possessore del mezzo a ricevere il passaggio di proprietà senza libretto? non dovrebbe essere l'intestatario e fare denuncia prima di far il passaggio? poi lo stesso per presentare il foglio complementare( o denuncia di smarrimento) non dovrebbe farlo sempre l'intestatario o quanto meno il possessore dopo aver fatto il passaggio? poi tutto questo prima di fare il passaggio c'è scritto che il possessore deve presentare tutto questo per avere la copia del libretto ( sempre prima di reimmatricolare ) ma a chi viene intestato la copia del libretto? se non ti scoccia molto gradirei ancora ricevere chiarimenti in merito, ciao grazie.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 23 maggio 2016, 23:50 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 19 marzo 2002, 0:00
Messaggi: 3140
Ape posseduto: AD1
Tu acquisti per esempio un rottame radiato dal PRA con una targa (il concetto che devi assimilare è che essendo radiato dal PRA e come se non fosse più un veicolo, ma un oggetto che può essere acquistato con una scrittura privata). Una volta venutone in possesso fai denuncia di smarrimento libretto (in quanto sei il nuovo possessore del rottame radiato non del veicolo), la presenti alla Motorizzazione insieme al titolo di proprietà (la scrittura privata di cui parlavamo, che potresti fare fittiziamente con un amico o un conoscente), all'altra documentazione elencata nel punto 2.3 e ricevi il nuovo libretto a te intestato.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 24 maggio 2016, 18:28 
Non connesso
Apista esperto
Apista esperto

Iscritto il: 23 novembre 2013, 13:28
Messaggi: 199
Località: Stato Principato di Gaudenza
Ciao,

la cosa fondamentale è --sapere se è radiato per ufficio o no-- ;)

Fin'ora non hai detto che lo sai con sicurezza.

Se fosse invece ancora intestata al vecchio proprietario --e quindi non radiata --- se non sei in possesso del libretto e foglio complementare o certificato di proprietà (quelli intestati tutti al vecchio proprietario),

non puoi intestartelo assolutamente, nemmeno come posserrore non intestatario.

Giustamente Mondoape ti ha dato il link delle varie procedure per la Vespa, che è un'ottimo riferimento per poter dipanare la matassa delle varie problematiche burocratiche.

Però è fondamentale sapere come si parte, perchè basta una differenza di partenza, e cambia tutto la trafila da seguire.

Io , dopo anni che mi sono fatto al muffa negli uffici, e preso tanta rabbia, ti consiglio vivamente di affidarti ad una'agenzia specializzata. Spendi qualcosa in piu' , ma conviene senz'altro.

Una molto brava e specializzata in veicoli d'epoca è la www.autosprintcrema.it


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 24 maggio 2016, 22:01 
Non connesso
Apista apprendista
Apista apprendista

Iscritto il: 2 maggio 2016, 21:15
Messaggi: 30
Ape posseduto: AD1
ciao a voi, e grazie, il fatto della visura e vero non l'ho mai fatta e l'ho premesso nel primo contatto, e le mie domande iniziali sono state proprio quelle per fare una" bella partenza", per quanto riguarda il resto alla fine di tutto se non mantengo la portata a motoveicolo restaurato non so che farmene, non sono amante dei soprammobili, mi piace il mezzo efficiente a tutti gli effetti, quindi anche pagando bollo assicurazione in misura normale e pur usandolo poco sarei più contento perchè un mezzo di tanti anni mi darebbe la stessa utilità di uno nuovo, e consentitemi con quel pizzico di fanaticismo che non guasta visto che sono stato l'unico in casa a mantenerla, preservarla , rinfrescarla, conservarla e soprattutto salvarla dalla rottamazione cosa che non riesco ancora ad immaginare..è più grande di mè e merita rispetto !!!! vi ringrazio ancora vi farò sapere, nel frattempo ho trovato un associazione veicoli storici ma non ho ancora avuto tempo di fermarmi . il tutto viaggia a piccoli passi anche perchè fortunatamente lavoro ed ho poco tempo a disposizione. a presto cercherò di farvela visionare in foto ciao e ancora grazie.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 25 maggio 2016, 18:03 
Non connesso
Apista esperto
Apista esperto

Iscritto il: 23 novembre 2013, 13:28
Messaggi: 199
Località: Stato Principato di Gaudenza
Ipotizzando che NON sia radiata, la portata la mantieni,

perchè dal numero di targa si risale al vecchio proprietario, lo contatti

e bisogna convincerlo ($$$$ :D) a fare un passaggio di proprietà a tuo favore.

Se è deceduto, automaticamente i proprietari sono diventati gli eredi,

ed anche qui bisogna convincerli a venderlo a te, cosa piu' difficile, perchè ci sono troppe teste pensanti :)

In caso di eredi, però, anche se non volessero un euro, come minimo ti trovi ad affrontare il doppio passaggio di proprieta',

che è necessario nei casi di proprietario defunto e relativi erede/eredi.

Una bella mazzata, perchè come motocarro fino a 7 quintali c'è la IPT che varia di regione a regione e oscilla fra i 250 ed i 300 euro,

piu' tutti i vari versamenti , piu' quallo che si prende l'agenzia,

siamo su una botta di 450-500 moltiplicato per due, un po' meno se fai senza agenzia, ma dall'IPT ed i vari versamentei non si scappa.

Poi poniamo che riesci ad intestarti l'Ape non radiato, o con il proprietario ancora vivo o tramite parenti,

rimane lì'ostacolo della assicurazione,che per forza la devi fare normale, dato che ormai le assicurazioni, per fare una polizza agevolata, vogliono che il motocarro sia iscritto ad FMI o ASI,

e qui ritorniamo al punto che essendo iscritto, c'è il problema che la portata viene azzerata FATTO direttamente dall'assicuratore, perchè nella polizza storica , normalmente non è contemplato il trasporto di merci anche personali sul cassone.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  




Copyright © Mondoape - Tutti i diritti riservati