Ape AC3 ritrovamento e restauro

Inserisci le foto e le informazioni del tuo motoveicolo d'epoca (solo anni '50, '60 e '70) / Add you vehicle's photos and info ('50, '60 and '70 only)
Avatar utente
1919
Apista novizio
Apista novizio
Messaggi: 122
Iscritto il: 19 maggio 2014, 13:22
Ape owned: ATM1

Re: Primo passo di un lungo restauro di un Ape C telaio AC3T

Messaggio da 1919 »

i "tubi forati" della marmitta io li ho sempre chiamati mitraglia. Ne trovi un pò di tutti i diametri.
Ma non è che, per lo meno quello di diametro maggiore, è semplicemente incastrato in quel fondello con 2 incavi?
Se così praticamente è fatto come i moderni db killer.
Bel progetto. Buon divertimento!
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Primo passo di un lungo restauro di un Ape C telaio AC3T

Messaggio da Kalimero »

Ciao 1919, grazie per l'interessamento. Un amico di vespa mi ha delucidato con una infarinata sulle marmitte e in effetti oltre ai tubi mitraglia, come li chiami tu ;) , manca il db killer, l'ammazza decibel :D
Per cui ... se ho capito bene, il percorso dei fumi dopo il tubo semplice curvato, prevede che entrino nel db killer che altri non è che un tubo cieco forato per poi passare forzatamente all'esterno della prossima camera delimitata esternamente dal tubo grosso e internamente dal tubo mitraglia. Dopo il tubo mitraglia c'è la flangia intermedia (che ha quella forma per poter essere inserita all'interno del tubo grosso - ci sono le viti per il fissaggio delle flange alle estremità!) con un passaggio forzato ristretto verso la prossima camera all'interno del prossimo tubo mitraglia di diametro maggiore (rispetto al primo). Non capisco se a questo punto fosse meglio rendere cieco anche questo tubo mitraglia in modo da forzare i fumi al passaggio esterno per poi uscire dal tubicino piccolo. Non so il motivo della modifica di questa marmitta se per ignoranza, tentativo di migliorare le prestazioni, oppure chissà ...
Risolto, per lo meno in teoria, il problema marmitta la forcella rimane un grattacapo. Ho smontato il gruppo sospensione, ammortizzatore, mozzo e già non riesco a capire come si fanno a togliere le ganasce dei freni senza levare l'asse della ruota. Non posso credere che per la loro sostituzione, anche se rara, bisogni smontare l'albero che sorregge la ruota! Comunque non riesco a sfilare nemmeno quello :((
Qualcuno ha qualche idea?
Grazie
Avatar utente
mondoape
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3412
Iscritto il: 19 marzo 2002, 0:00
Ape owned: AD1

Re: Ape AC3 nascosta

Messaggio da mondoape »

Ciao Kalimero, ho raggruppato le varie discussioni in una, poichè l'argomento è veramente interessante, e così potremmo avere una storia completa, dal ritrovamento al restauro. Dalle discussioni si evince che hai un'ottima preparazione tecnica. Complimenti! Sono curioso di vedere il seguito. Per quanto riguarda le ganasce forse una foto dettagliata può essere d'aiuto.
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Kalimero »

Grazie mondoape, sia per il raggruppamento sia per i complimenti. In verità non li merito molto :D ... Quel po' che so è dovuto all'esperienza fatta sulle vespe, ma sappiate che di castronerie ne ho fatte e continuo a farne. Tanto per dire l'ultima:
dopo aver smontato dal telaio la pompa freni ho voluto svitare il tappo che pareva incollato su. Ebbene cosa pensa il furbastro? Serra la pompa in morsa, prende un pappagallo e seppur agguantando il tappo con delicatezza sente un bel "cric". Danno bello che fatto!! X-( X-( Non potevo rendermi conto che era in bachelite?? Così, da vero intenditore l'ho rotto :(( Cercherò di incollarlo,ma ovviamente non sarà la stessa cosa ... qualche pezzettino si è proprio staccato del tutto.
Beh, detto questo, in mattinata farò foto del gruppo mozzo/sospensione per farvi capire il mio problema.
Grazie a tutti
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Kalimero »

Ecco le foto:
Questa la situazione dopo aver tolto la ruota e svitato i dadi dei vari perni e il cappuccio che protegge il cuscinetto dell'asse ruota
Questa la situazione dopo aver tolto la ruota e svitato i dadi dei vari perni e il cappuccio che protegge il cuscinetto dell'asse ruota
Questa è l'asola nella quale è infilato il perno che lo lega alla forcella. All'interno ci sono almeno due cuscinetti a rulli
Questa è l'asola nella quale è infilato il perno che lo lega alla forcella. All'interno ci sono almeno due cuscinetti a rulli
Segni di sfioramento dello pneumatico contro forcella e soprattutto contro la sospensione
Segni di sfioramento dello pneumatico contro forcella e soprattutto contro la sospensione
Il cuscinetto dell'asse ruota
Il cuscinetto dell'asse ruota
Il piatto ganasce lato ruota
Il piatto ganasce lato ruota
La molla che tiene unite le ganasce
La molla che tiene unite le ganasce
Come si vede dall'ultima foto, per poter levare le ganasce bisognerebbe poter togliere la molla che le tiene unite. Questa però rimane dietro al piattello solidale con l'asse ruota. Possibile che vada sfilata prima l'asse per poter accedere alle ganasce? Mi sembra molto strano, eppure l'esploso parla chiaro: l'asse è tutto un pezzo con il piattello ...
Esploso forcella.png
Avatar utente
mondoape
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3412
Iscritto il: 19 marzo 2002, 0:00
Ape owned: AD1

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da mondoape »

Se provi a battere sull'alberino indicato in rosso, sfilandolo un po' dal retro (dovrebbe avere un anello di blocco avanti, non so sul retro) può darsi che le ganasce si liberino.
Io non ricordo come ho fatto sul mio AD1. Qui ci sono le foto:
viewtopic.php?p=2577#p2577
Allegati
piatto-ganasce-con-asse-ruota.jpg
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Kalimero »

Grazie per l'indicazione mondoape. L'avevo pensato anche io e ho provato a battere su quell'alberino che poi nient'altro è che l'asse ruota. Ho provato da tutti e due i lati e sicuramente da uno dei due DEVE venire fuori e per logica direi che deve venire fuori dal lato cuscinetto ... Il problema della rimozione di quell'asse benedetto è trovare un modo per fissare tutto il gruppo mozzo per poter batterci su in sicurezza, cioè senza rovinare nulla! L'altro problema è che non mi capacito del fatto che non sia possibile sostituire le ganasce senza smontare tutto il gruppo! Non è possibile! Nonostante abbia sempre reputato gli ingegneri progettisti della Piaggio delle menti contorte o dei geni, dipende dai punti di vista, in questo caso avrebbero superato sé stessi!!!!! È come quando scopri che per sostituire una lampadina del faro della tua macchina devi smontare mezzo frontale g%7 g%7 Sai quanti santi scendono dal paradiso in quel caso?
Beh, oggi non ho potuto dedicarmi all'Ape, ma domani tornerò all'attacco
Buona notte, vi tengo aggiornati ...
L()

Edit: dimenticavo. Ho letto con interesse una pagina del tuo restauro, avvenuto, fra l'altro, in contemporanea con il restauro dell'Ape di aronne. Penso che leggerò tutto con calma domani ;) Hasta luego
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Kalimero »

Kalimero ha scritto: 14 novembre 2020, 23:18 Grazie per l'indicazione mondoape. L'avevo pensato anche io e ho provato a battere su quell'alberino che poi nient'altro è che l'asse ruota.
...
Ecco! bella boiata che ho detto! Il perno superiore delle ganasce (quello fisso) non c'entra nulla con l'asse ruota [-X
Quel perno, lato ganasce, sembra inserito dal lato ganasce in quanto va a battuta sul piatto ganasce ... Mah, rimane un mistero come levarlo! :-?
Avatar utente
1919
Apista novizio
Apista novizio
Messaggi: 122
Iscritto il: 19 maggio 2014, 13:22
Ape owned: ATM1

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da 1919 »

Prendi questo mio intervento con le molle, non ho mai restaurato un motocarro, quindi potrebbe essere una boiata.
Guardando l esploso:
L asse ruota ruota arriva al centro del piattello che regge la ruota, giusto?
Non mi pare che ci siano seeger o fermi tra il dado del perno ruota (che hai già tolto) e il piattello reggiruota (controlla tavole e descrizioni codici). Quindi non dovrebbe già essere libero, trattenuto solo dai cuscinetti?
Se fosse così con qualche colpetto non dovrebbe uscire? Se così hai 2 punti dove poter provare a dare qualche colpetto. O direttamente sul perno, arrivandoci con qualcosa di gomma dura tipo quella dei martelli di gomma.
Oppure se rimonti la ruota, e dai dei colpetti col martello di gomma sull interno ruota? Ovviamente NON sempre nello stesso punto, ma sopra-sotto-destra-sinistra (o batti e giri). Possibile che si sfila ruota/piattello/perno ruota?
Per un meccanico che deve fare i freni sarebbe geniale per i tempi. Manco c hai da levare la ruota, togli un dado, sfili tutto e hai davanti le ganasce.
Ti ripeto: prendi questo post con le molle!

Riguardo la marmitta invece così a naso mi verrebbe da pensare che col tempo e gli olii minerali di una volta... una strozzatura così importante si tappasse facilmente di residui...
Avatar utente
Fede886
Apista esperto
Apista esperto
Messaggi: 214
Iscritto il: 7 luglio 2020, 10:03
Ape owned: ATM2
Località: Italia

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Fede886 »

Kalimero ha scritto: 14 novembre 2020, 13:12 Ecco le foto:

Mondoape forcella parlante.jpg
Mondoape attacco forcella.jpg
Mondoape sospensione strusciata.jpg
Mondoape cuscinetto asse ruota.jpg
Piatto ganasce con asse ruota.jpg
Molla ganasce.jpg

Come si vede dall'ultima foto, per poter levare le ganasce bisognerebbe poter togliere la molla che le tiene unite. Questa però rimane dietro al piattello solidale con l'asse ruota. Possibile che vada sfilata prima l'asse per poter accedere alle ganasce? Mi sembra molto strano, eppure l'esploso parla chiaro: l'asse è tutto un pezzo con il piattello ...

Esploso forcella.png
Ciao Kalimero, io ho restaurato la mia ape (una 703) da solo e saprei xome smontarla, purtroppo la tua l'ho vista solo in foto😔. Se gradisci cercherò di aiutarti come posso...
Solo dalle foto che hai mandato non ti posso dire con esattezza cime smontarlo perchè se c'è qualsiasi cosa (tipo seeger molle ecc.) che lo tiene rischi di rovinarla.
Dalle foto che tu hai mandato io ho visto un incavo dove va inserita la vite dell'estrattore e secondo me dovresti iniziare proprio da lì. Esattamente è sull'alberino dove c'è il cuscinetto e si vede nella prima foto panoramica e nella quarta nel dettaglio. Una volta che la tiri via sicuramente avrai una vista migliore e puoi capire come proseguire
Avatar utente
1919
Apista novizio
Apista novizio
Messaggi: 122
Iscritto il: 19 maggio 2014, 13:22
Ape owned: ATM1

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da 1919 »

Ah se ha un estrattore dovrebbe essere a cavallo.
Sottoscrivo di controllare sia "fisicamente" che dalle tavole che non ci siano seeger, fermi...sennò son danni...
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Kalimero »

Grazie a tutti per i suggerimenti. Ieri sera tardi ce l'ho fatta!
Ho sfilato sia l'asse ruota sia il perno che da un lato regge la sospensione e dall'altro le ganasce.
Più tardi avrò tempo e spiegherò come ho fatto ...
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Kalimero »

Aggiornamento:
marmitta - ho trovato un amico che probabilmente me la rifà da zero in acciaio inossidabile F<)
forcella - qui il discorso è un po' più lungo ...

Ho cominciato a smontare il portamozzo. Ho svitato tutti i dadi in modo da poter sfilare tutti i perni.
Forcella con portamozzo.jpg
Il perno della sospensione con ganasce non voleva sfilarsi così ho dovuto svitare il fermo superiore del mollone della sospensione. Il perno della forcella è venuto via bene (i cuscinetti erano distrutti), come anche quello dell’ammortizzatore. Già che c’ero ho tolto anche il bullone (superiore) che fissa l’ammortizzatore alla forcella.
Portamozzo smontato.jpg
Per rimuovere il perno della sospensione ho dovuto scaldare parecchio il portamozzo e picchiare sodo sul perno dopo aver avvitato due dadi per evitare di rovinare il perno stesso. Alla fine ci sono riuscito. La rimozione più difficile è stata quella dei cuscinetti a rulli sulla forcella. Ho dovuto sfilare la forcella per poterla fissare in morsa e avere così una visuale decente del problema. Gli astucci si erano mezzi distrutti, ma alla fine sono riuscito a sfilare anche quelli.

Questo lo stato del porta sospensione ...
Qui si intravedono i rulli del cuscinetto
Qui si intravedono i rulli del cuscinetto
In questa foto invece sono ben evidenti!
In questa foto invece sono ben evidenti!
La difficoltà ora sarebbe stata quella dei ricambi. Nonostante avessi voluto tenere il più possibile c’era parecchio materiale rovinato. Confrontando foto sia di Api sia di Vespe ho notato che il portamozzo è identico ad un sacco di Vespe. Ho trovato così un kit per restauro forcella e mozzo della Vespa GL, GT, faro basso, ecc. I portamozzo più recenti anziché venir fissati con i rispettivi dadi e rondelle, hanno, al posto del filetto, un incavo nel quale viene infilata una linguetta che evita lo sfilamento del perno stesso. Si riconoscono perché in corrispondenza dei fori anziché essere a livello del fondo hanno un rialzo.
Questo il mio portamozzo
Questo il mio portamozzo
Questo uno nuovo ...
Questo uno nuovo ...
Bisogna quindi stare attenti a ordinare perni che abbiano il filetto e non quell’incavo!
Di seguito il kit che ho trovato io:
Kit restauro forcella confezione.jpg
Kit restauro forcella tutto aperto.jpg
Ho controllato e confrontato tutti i pezzi e purtroppo ve ne sono due diversi: il rinvio per il contachilometri ha meno denti (del resto l’Ape C monta una ruota da 8” contro i 10” della Vespa) e il tappo che copre il cuscinetto dell’asse ruota ha il passo del filetto più piccolo.
In merito al tappo potrò usare il mio originale perché ancora in buono stato, mentre il mio rinvio originale è rovinato. Proverò a ripassarlo visto che è in plastica ma dubito venga un buon lavoro. Dovrò cercarne uno adeguato.
Di seguito le foto che mettono a confronto i vari pezzi:
Confronto gruppo contachilometri
Confronto gruppo contachilometri
Confronto rinvio contachilometri. L'originale ha meno denti!
Confronto rinvio contachilometri. L'originale ha meno denti!
Confronto tappo cuscinetto asse ruota
Confronto tappo cuscinetto asse ruota
L'interno del tappo
L'interno del tappo
Confronto tappo vista laterale. Si noti il passo del filetto diverso!
Confronto tappo vista laterale. Si noti il passo del filetto diverso!
Confronto fermacavo freno anteriore
Confronto fermacavo freno anteriore
Confronto del perno forcella con astucci inseriti
Confronto del perno forcella con astucci inseriti
Confronto del perno forcella senza astucci
Confronto del perno forcella senza astucci
Confronto perno inferiore ammortizzatore
Confronto perno inferiore ammortizzatore
Confronto bullone superiore fissaggio ammortizzatore
Confronto bullone superiore fissaggio ammortizzatore
Confronto porta sospensione vista laterale
Confronto porta sospensione vista laterale
Confronto porta sospensione. Si noti il diametro interno diverso. Nel nuovo non saranno necessari i cuscinetti a rulli.
Confronto porta sospensione. Si noti il diametro interno diverso. Nel nuovo non saranno necessari i cuscinetti a rulli.
Confronto porta sospensione con perno inserito
Confronto porta sospensione con perno inserito
I cuscinetti dell’asse ruota a corredo non mi sembrano un gran che, al di là del fatto che sono chiusi e quindi non necessitano di venir ingrassati. Trattandosi però della ruota e non di un albero motore forse utilizzerò quelli. Vedremo

Più avanti parlerò della forcella e infine del rimontaggio.
Nel frattempo dovrò decidere se sabbiare forcella, portamozzo e manubrio, in quanto, una volta rimontati, non vorrei smontarli nuovamente per i lavori più pesanti di carrozzeria.
A tal proposito chiedo se qualcuno si è mai cimentato nella sabbiatura di pezzi in alluminio (tipo i carter o il portamozzo stesso) oppure se è meglio rivolgersi ad un carrozziere, con la speranza che non rovini i pezzi in lega morbida ...
Avatar utente
tata1911
Apista esperto
Apista esperto
Messaggi: 135
Iscritto il: 29 giugno 2020, 17:29
Ape owned: ATM2
Località: Pavia

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da tata1911 »

Ciao Kalimero la tua ape, avrà pur bisogno di un restauro totale, ma è davvero bella!!!! Complimenti! Certamente avrai tutte le tue soddisfazioni! Ho letto i post e tu ci stai dando dentro davvero. Sono curioso di continuare a leggere tutte le progressioni,
Buon lavoro e grazie mille x tenerci aggiornati.
Avatar utente
Kalimero
Apista veterano
Apista veterano
Messaggi: 440
Iscritto il: 24 ottobre 2020, 23:20
Ape owned: AC3
Località: Pelosa - Varese Ligure (sul confine fra Parma e La Spezia)
Contatta:

Re: Ape AC3 ritrovamento e restauro

Messaggio da Kalimero »

Grazie tata1911.
Oggi mi sono dedicato un po' al manubrio, ma cominciamo dallo smontaggio. Prima ho fatto un sacco di foto:
Passaggio dei cavi e delle guaine
Passaggio dei cavi e delle guaine
Uscita cavi e guaine forcella superiore da lato.jpg
Oltre al passaggio delle guaine si intravede la calotta superiore della forcella
Oltre al passaggio delle guaine si intravede la calotta superiore della forcella
Blocchetto con frecce
Blocchetto con frecce
Blocchetto con frecce 2.jpg
Devioluci
Devioluci
Devioluci 2.jpg
Blocchetto con frecce smontato
Blocchetto con frecce smontato
Blocchetto aperto
Blocchetto aperto
Sempre con lo scopo di avere una guida per il rimontaggio ...
A proposito: guardate cos'ho trovato dietro al blocchetto con frecce:
L'ironia della sorte
L'ironia della sorte
Incredibile!! :D

Il manubrio si presentava così:
Il manubrio smontato
Il manubrio smontato
Ho cominciato a smontare il selettore delle marce:
Il selettore delle marce smontato
Il selettore delle marce smontato
e poi anche l'acceleratore. Infine ho dato più mani di sverniciatore e pulito tutto con diluente. Di seguito il risultato dopo aver rimontato anche i semi manubri e manopole:
Il manubrio pulito sotto ...
Il manubrio pulito sotto ...
... e sopra
... e sopra
Il selettore delle marce
Il selettore delle marce
Rispondi